Tag: ‘Tradizioni’

Avvento

PostHeaderIcon Avvento

Durante l’Avvento la capitale croata si anima con centinaia di bancarelle che affollano il centro storico, ricco insieme di vicoli medievali, palazzi Liberty, edifici barocchi e neoclassici. Nella piazza principale, sul palcoscenico all’aperto, ogni giorno hanno luogo diversi eventi per bambini e concerti. Un interessante programma di concerti natalizi e bancarelle è previsto anche nella piazza d’Europa e nella piazza Zrinjevac. Da non perdere anche la pista di pattinaggio in piazza del Re Tomislav e i tour speciali, fruibili anche da soli grazie all’applicazione Zagreb Be There – Advent Path. Info: www.adventzagreb.com/index.php/it.

Carnevale di Viareggio

PostHeaderIcon Carnevale di Viareggio

Un triplice colpo di cannone è il segnale inequivocabile che a Viareggio inizia la festa. Sparato dal mare dà, ogni volta, il via alla sfilata dei carri. Come per magia i giganteschi mascheroni prendono vita tra movimenti, musica e balli. Uno spettacolo sempre nuovo, entusiasmante ed affascinante. Cinque i grandi Corsi Mascherati, concentrati in un mese unico di grandi festeggiamenti. I giganteschi carri allegorici in cartapesta sfilano sui Viali a Mare domenica 7 febbraio alle 15, domenica 14 febbraio alle 15, domenica 21 febbraio alle 15, domenica 28 febbraio alle 15 e sabato 5 marzo alle 18.30. Info: viareggio.ilcarnevale.com.

Desert Festival

PostHeaderIcon Desert Festival

Ad Alice Springs dal 27 agosto al 6 settembre si celebra la cultura del deserto con il celebre appuntamento del Alice Desert Festival. Artisti, performer e danzatori provenienti dalle comunità più remote di tutta l’Australia si esibiranno in tutte le declinazioni dello stile di vita dell’Australia Centrale. Il Festival sarà anche l’occasione per gustare l’ottimo cibo dell’outback nelle tante di bancarelle allestite nel cuore della città, dal canguro, al pesce barramundi. Info: alicedesertfestival.com.au.

Infiorate

PostHeaderIcon Infiorate

Ogni anno a Spello, in occasione del Corpus Domini, vengono realizzati quasi 2.000 metri di tappeti e quadri floreali ispirati a motivi religiosi, che sono diventate le infiorate più conosciute nel mondo, richiamando in un weekend fino a 80-100mila visitatori e turisti. Il momento più emozionante è la Notte dei fiori (6 giugno), la veglia notturna che nella notte tra il sabato e la domenica coinvolge attivamente tutte le famiglie e i gruppi di Spello, circa 2.000 persone di tutte le età di cui quasi 500 bambini, nella realizzazione di quasi 2 km di tappeti. Ma già dal 2 giugno la città si anima con tanti eventi per tutti i gusti, quasi tutti gratuiti e ad ingresso libero. Tra le novità di quest’anno ci sono lo Street food a base di fiori (frittelle, gelati, tisane…) e una Birra 100% “etica” ai fiori di sambuco che viene lanciata sul mercato proprio in occasione delle Infiorate. Come sempre i ristoranti e gli esercizi commerciali resteranno aperti tutta la notte. Info: www.infioratespello.it.

Goût de France – Good France

PostHeaderIcon Goût de France – Good France

1000 ristoranti in 150 paesi del mondo, poco meno di 100 in Italia, ben distribuiti da Dobbiaco a Piazza Armerina: per un giorno, il 19 marzo, si tingeranno di blu, bianco e rosso. Il motivo? Celebrare la gastronomia francese, tutelata dall’UNESCO. Gli chef delle realtà coinvolte offriranno una cena a tema con le preparazioni e i prodotti che hanno reso la cucina transalpina fra le più celebri al mondo. I ristoranti sono invitati a devolvere il 5 % del ricavato della serata ad una associazione benefica. L’iniziativa prende il nome di Goût de France/Good France è organizzata da Alain Ducasse e dal ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale. Tutti i ristoranti coinvolti, che vanno dai bistrot ai templi dell’alta cucina, si possono trovare sul sito restaurateurs.goodfrance.com. Info: http://it.rendezvousenfrance.com.

San Valentino e Carnevale

PostHeaderIcon San Valentino e Carnevale

Un concentrato di appuntamenti per San Valentino e Carnevale, quest’anno vicini, ha luogo fra le montagne e nelle strutture dell’Alto Adige. In programma per San Valentino, gite in slitta all’Alpe di Siusi, serate e pacchetti speciali al rifugio Comici in Val Gardena, alle Terme di Merano, in vari hotel di Bolzano e una mostra nella Serra III della floricoltura Schullian alle porte di Bolzano. Da segnalare invece per Carnevale, lo Zusserennen, corsa rituale per scacciare l’inverno, il 12 febbraio a Prato allo Stelvio, e lo Egetmann, una delle manifestazioni carnevalesche più antiche delle Alpi, il 17 febbraio a Termeno. Info: www.suedtirol.info.

Luci sulla cattedrale

PostHeaderIcon Luci sulla cattedrale

La capitale della Lituania, Patrimonio Unesco, per tutto dicembre si accende con musica, decorazioni, mercatini e tanto altro. Il cuore dei festeggiamenti è la grande piazza della cattedrale, con un albero di Natale alto 25 metri e illuminato con migliaia di luci LED, decorazioni e giocattoli. Sulla facciata della cattedrale (foto di Abrget47j) viene inoltre proiettata la fiaba in 3D Sogno di Natale, per intrattenere bambini e famiglie:  lo spettacolo si ripete tre volte al giorno dal 25 al 31 dicembre. Sempre qui, dal 5 al 30 dicembre, apre La Città del Natale, il tradizionale mercatino. Info: www.lithuania.travel.

Almanacco Barbanera

PostHeaderIcon Almanacco Barbanera

Torna  sabato 15 novembre in tutte le edicole d’Italia l’Almanacco Barbanera 2015. Un classico imperdibile nel tempo di fine anno, e un augurio di piccole, possibili e sostenibili felicità per l’anno che verrà. Alla sua 253ª edizione – la prima fu nel 1762 – l’Almanacco più longevo d’Italia giunge con tante novità, senza mai rinunciare ai saperi della tradizione, tra buone pratiche, Lune, cose da fare e da conoscere al ritmo del tempo e delle stagioni. Un anno dedicato al buon vivere in cui, mese dopo mese, all’anima verde del Barbanera si uniscono altre autorevoli voci che ci parlano di terra, cibo, agricoltura, filiera corta. E il cibo, “coltivato”, seminato, raccolto, cucinato, non sprecato sarà un bel filo rosso che percorrerà nell’Almanacco i mesi e le stagioni.

Pomaria

PostHeaderIcon Pomaria

Il 2014 segna un compleanno speciale: la decima edizione di “Pomaria”, la festa green dedicata alla raccolta delle mele D.O.P. della Val di Non e del cibo km “0-40″, in programma l’11 e il 12 ottobre 2014, in Val di Non. Per la decima edizione l’evento si vestirà a festa e la piazza rinascimentale del borgo di Casez diventerà un grande set interattivo che ospiterà interessanti degustazioni in forma di teatro, organizzate e “dirette” da Koinè, raffinata compagnia teatrale, dedita alla realizzazione di progetti di teatro sostenibile. L’evento si presenta, quindi, sempre di più in forma di dinamico laboratorio diffuso, verde ed interattivo. Sono proprio queste caratteristiche che permettono a Pomaria di spiccare tra le teste autunnali, delienandosi ormai come un weekend dalle differenti valenze dove il pubblico è protagonista insieme al cibo! A Pomaria, il pubblico si accosta al cibo anche come strumento di rappresentazione di un territorio e di un modello interessante di agricoltura, scoprendo in chiave ludica il valore delle realtà enogastronomiche artigianali locali e della loro capacità di interpretare una ricchissima eredità-storico culturale. E accanto alla degustazioni avrà l’occasione di mettere veramente le “mani in pasta” e imparare “sul serio” a fare delle cose: dolci, marmellate, conserve, raccogliere le mele, confrontarsi con la degustazione di microproduzioni di cibo e vino. “Pomaria” è anche una piacevole opportunità per un weekend fuori porta in un momento dell’anno molto bello, durante il quale la Val di Non mette in scena una sua “Indian Summer” con tanto di colorato foliage in chiave italiana. I pacchetti, che comprendono anche escursioni e visite guidate a locali realtà artigianali del gusto, partono da 159 € a persona. Info: www.pomaria.org.

Treno Natura

PostHeaderIcon Treno Natura

La nuova stagione a bordo del Treno Natura, la locomotiva d’epoca a vapore che traccia viaggi d’altri tempi nella campagna senese, è ricca di spunti interessanti. Venerdì 25 aprile il Treno Natura partirà in direzione Amiata – Valdorcia con tappa a Castiglione d’Orcia, dove la sarà possibile visitare la Rocca di Tentennano. A maggio si riparte con quattro nuove tappe che si svolgeranno in occasione della tradizionale Maggiolata di Sant’Angelo Scalo, nel comune di Montalcino, circondati da musica, bancarelle e buon cibo (giovedì 1 maggio e domenica 4 maggio); del Mercatino delle Crete ad Asciano per gustare il re dei sapori del territorio, il pecorino (domenica 11 maggio) e della Festa del treno a Torrenieri per scoprire il piccolo borgo che si sviluppa lungo la Via Francigena e curiosare tra le bancarelle di prodotti agroalimentari, biologici e dell’artigianato locale (domenica 18 maggio) e i sapori di primavera. I viaggi sul Treno Natura riprenderanno domenica 28 settembre con la Sagra della Valdarbia in direzione di Buonconvento per concludersi domenica lunedì 8 dicembre a San Quirico con la Festa dell’Olio. Le uscite sono giornaliere, e il biglietto costa 29 #, gratuito per i bambini fino ai 10 anni accompagnati da un adulto pagante. Info: www.trenonatura.terredisiena.it.