Indice Storico

PostHeaderIcon Carovana berbera

La carovana al monte Jbel Sirwa, il tetto dell’Anti Atlante, con le guide locali e i muli, attraversa incredibili montagne lunari. Qui le antiche popolazioni berbere ancora parlano la loro lingua, coltivano lo zafferano fino a duemila metri e tessono bellissimi tappeti.

PostHeaderIcon Mezzogiorno berbero

Dagli aridi bassopiani di Tiznit alla convulsa Marrakech, il Mezzogiorno marocchino riserva scenari da leggenda, incorniciati dalle nevi perenni dell’Alto Atlante e da vallate berbere profumate di mandorli.

PostHeaderIcon Verso sud

In viaggio lungo la costa meridionale del Marocco: dalla bianca Essaouira, l’antica Mogador, a Tiznit la ribelle, attraverso le spiagge di Agadir e lo straordinario Parco Nazionale Sous Massa, dove vola ancora il raro ibis eremita.

PostHeaderIcon Labirinto di vita

In bilico tra passato e futuro, Fes conserva una delle medine più vaste del mondo: uno stupefacente labirinto, un dedalo d’architetture raffinate, mercati e botteghe artigiane, dove si produce e si vende di tutto.

PostHeaderIcon Piazza Grande

All’ombra dell’Alto Atlante Centrale e alle porte del Grande Sud marocchino, la metropoli berbera dalle rosse mura di fango manda in scena ogni giorno il più fantasmagorico teatro cittadino, il cui fulcro è una piazza consacrata al culto della parola.

PostHeaderIcon Le porte di Atlante

La montagna pù alta del Nordafrica, il Jbel Toubkal, nel cuore dell’Alto Atlante marocchino, è un affresco animato da demoni e geni, ruscelli in cui scorrono anime smarrite, oasi di noci e brulle obliquità; un’antenna che capta i profumi del deserto e strega il viaggiatore col respiro dei suoi cieli. 

PostHeaderIcon Crocevia dello stretto

Non più Europa e non ancora Africa, al crocevia di due continenti e di due mari, la città dello Stretto di Gibilterra, amministrata per decenni sulla base di uno status internazionale unico, ha rappresentato per molti viaggiatori e artisti di questo secolo un paradiso di libertà, un’oasi cosmopolita che ne ha fatto la patria dei senza patria.

PostHeaderIcon Sahara e dintorni

Viaggio nel Grande Sud marocchino, dove si nasconde un passato ricco di memorie, di presenze magiche, quando storia e leggenda erano un’unica cosa.