Indice Storico

PostHeaderIcon La terra degli autoctoni

La porzione di Abruzzo nell’entroterra di Ortona sale dal mare verso le colline ricche di storia. Come a Crecchio, sede di un castello in cui soggiornò il re in fuga durante la guerra.

PostHeaderIcon Pastori e eremiti

L’abbazia di San Liberatore a Maiella e l’eremo rupestre di San Bartolomeo, selvaggi canyon, tholos e antichi borghi; piccolo viaggio in terra d’Abruzzo tra arte, natura e religione.

PostHeaderIcon Mare d’olio

Il Pescarese, oltre agli stabilimenti balneari, cela colline coperte di uliveti che producono un olio speciale, borghi che hanno dato vita ad artisti raffinati e un tessuto artigianale ancora vivo.

PostHeaderIcon Sulle tracce dell’orso

Pescasseroli, Scanno, la Camosciara, la val Fondillo. Un itinerario automobilistico e alcune escursioni con le ciaspole nelle valli più selvagge dell’Abruzzo. Sulle tracce dell’orso, del lupo e del camoscio appenninico e alla scoperta di un artigianato prezioso.

PostHeaderIcon Giallo zafferano

Dalla piana di Navelli a Rocca Calascio, da Bominaco a Peltuinum e Prata d’Ansidonia. Scopriamo un piccolo e affascinante angolo d’Abruzzo “marchiato” dal sisma, che si anima nei giorni della raccolta di uno zafferano tra i migliori al mondo.

PostHeaderIcon Patagonia appenninica

Viaggio in mountain bike negli altopiani di Campo Imperatore e delle Rocche, fra i paesaggi sconfinati del Gran Sasso e del Sirente Velino. Qui tenaci abruzzesi e stranieri aprono alberghi diffusi, producono formaggi e creano artigianato.

PostHeaderIcon Cuore adriatico

L’antico porto di Vasto conserva le spendide testimonianze del passato e raccoglie le sfide del futuro. In centro nascono nuove botteghe artigianali e nel vicino territorio si trova l’unica riserva naturale della costa. Un luogo incantevole e inaspettato.

PostHeaderIcon La valle dei pittori

Il borgo di Civita d’Antino ospitò, a inizi Novecento, un curioso circolo di pittori scandinavi, accorsi per ritrarre la natura e i paesi della Valle Roveto. Luoghi incantevoli ancora oggi, segnati dal tempo e dal terribile terremoto del 1915.

PostHeaderIcon Sotto una buona stella

Le sue chiese corrispondono agli astri della costellazione dell’Aquila e il reticolo delle vie riproduce quello di Gerusalemme. Il capoluogo abruzzase è pieno di segreti, ma è anche una città semplice, come la vita di Celestino V, che riposa in una delle sue basiliche.

PostHeaderIcon Pastorale chic

Natale sugli Altipiani Maggiori d’Abruzzo. A Rivisondoli, scenografico paese-presepe, e nell’antica e nobile Pescocostanzo – uno dei Borghi più Belli d’Italia – dove abili mani di artigiani hanno modellato pietra, legno, ferro, oro e filo per impreziosire chiese e palazzi e realizzare gioielli e merletti.