Indice Storico

PostHeaderIcon La montagna in terrazzo

Lungo i sentieri della Via dei Terrazzamenti, che attraversa tutta la Valtellina, colpisce il lavoro dell’uomo per rendere coltivabili pendii quasi verticali. Una terra su cui maturano uve famose e che attende di essere inserita tra i patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

PostHeaderIcon Il lago visto dal lago

Quando si dice Garda il pensiero corre alle acque blu, ai borghi costieri e al clima mediterraneo. E alle sue piccole capitali del turismo come Desenzano, Salò, Gardone, Peschiera e Sirmione. Ecco come goderle utilizzando i traghetti che lo solcano quotidianamente.

PostHeaderIcon Seguendo l’ipposidra

Un itinerario inedito nella natura del Parco del Ticino, alla riscoperta delle vestigia dell’ipposidra, la “ferrovia equestre” che nell’Ottocento collegava Sesto Calende a Tornavento.

PostHeaderIcon La via delle valli

Esploriamo le ciclabili che corrono lungo le due valli più celebri della Bergamasca, la Seriana e la Brembana. Un salto indietro nel tempo fra tesori Liberty appena riaperti e saperi tradizionali che hanno saputo incontrare la modernità.

PostHeaderIcon Oro bianco

Le belle montagne ai piedi del Bernina, famose oggi per l’oro bianco delle piste, nascondono un cuore minerario, dove si estraevano vero oro, talco, amianto e pietra ollare.

PostHeaderIcon Sui passi della regina

Di borgo in borgo, tra ville storiche, architetture d’autore, santuari e chiesette, un suggestivo itinerario pedonale si snoda in facili passeggiate e risale la riva occidentale del lago di Como.

PostHeaderIcon Pescatori, contadini e filatrici

Ottanta chilometri, da Lecco a Milano, lungo le rive dell’Adda per scoprire una terra che conserva echi dei fasti delle corti rinascimentali, la cultura popolare di santuari e vecchi mestieri, le sfide ingegneristiche della rivoluzione industriale e una natura rigogliosa.

PostHeaderIcon La tripla V

Dal Lago di Lugano al parco del Campo dei Fiori, un itinerario lungo la Via Verde Varesina, attraverso borghi, palazzi rinascimentali, boschi e le splendide testimonianze artistiche del Sacro Monte, patrimonio dell’umanità Unesco.

PostHeaderIcon La città che sale

“Lassa pur ch’el mond el disa ma Milan l’è un gran Milan” cantava Giovanni D’Anzi in una delle sue famose canzoni milanesi d’autore. Alla vigilia della tanto attesa Expo 2015, scopriamo le eccellenze che hanno fatto “grande” il capoluogo lombardo in un viaggio tra ristoranti meneghini, artigianato di qualità, botteghe e locali storici.

PostHeaderIcon Tellina vallis

Scopriamo Teglio, la capitale gastronomica della Valtellina, patria dei famosi pizzoccheri. Un viaggio nel gusto e nella storia, tra torri medievali, chiese antiche, ex mulini e palazzi nobiliari riccamente affrescati. Senza dimenticare l’ampia offerta rappresentata dagli sport invernali.