Indice Storico

PostHeaderIcon Tartufi e castelli

Di castello in castello nell’alta Val Tiberina, che ha in serbo saporiti tesori sopra e sotto terra. Tartufi e rare varietà di patate da un lato, manieri, splendide dimore e pievi dall’altro.

PostHeaderIcon Seguendo la cometa

Un percorso tra i borghi della Valtiberina e Valnerina, in occasione delle rappresentazioni, delle mostre, dei presepi e mercatini che pullulano nel territorio nel periodo di Natale.

PostHeaderIcon Le mani dell’Umbria

La ciclabile che va da Spoleto ad Assisi è un viaggio nel segno dell’acqua alla scoperta di un fazzoletto d’Umbria che si racconta con le mani, l’ingegno, il cuore di contadini, artisti, cuochi e artigiani.

PostHeaderIcon Tesori da scoprire

Archeologia misteriosa, catacombe e abbazie. Sono i tesori che i monti Martani custodiscono per il visitatore curioso. Uno scrigno di storia, ma anche di sapori, dal vino Sagrantino all’olio, dal tartufo nero allo zafferano. Li scopriamo lungo l’antica via Flaminia e le strade dell’Umbria “minore”.

PostHeaderIcon Viaggio iniziatico

Il lago di Piediluco e la cascata delle Marmore, i sotterranei di Narni e le cisterne di Amelia, la misteriosa Carsulae e l’antica Ocriculum: a ritmo lento, come viaggiatori del Grand Tour, alla scoperta di un angolo d’Italia incantevole e misterioso.

PostHeaderIcon Valle aperta

Viaggio nell’alta valle del Tevere, intorno a Città di Castello, lungo vie imprevedibili tra Rinascimento e Pop art. Un paesaggio che testimonia una storia viva e un’arte dirompente. Nel segno della contaminazione.

PostHeaderIcon Semplici piaceri

Nelle terre dove visse San Benedetto, la cura e la perfetta armonia di spirito e corpo sono un’eredità che si tramanda dai romani ai monaci benedettini, fino a oggi.

PostHeaderIcon Antichità viva

Città medievale di grande pregio. Perugia non è semplicemente una vetrina per turisti, ma una città viva, dove antico e moderno, arte e tecnologia sono mescolati con sapienza. E con un’anima cosmopolita.

PostHeaderIcon Autentica Umbria

Da Spello a Montefalco, da Deruta a Trevi, ci inoltriamo in un paesaggio incantato, tra borghi medievali e vigneti, per conoscere da vicino un angolo d’Umbria ricco di storia e di arte. Come testimoniano i suoi ricchi musei.

PostHeaderIcon La Montagna dell’uomo

La via consolare Flaminia è un ponte tra passato e futuro, tra meraviglie e contraddizioni di un territorio intimamente legato alla presenza dell’uomo. Strade e sentieri si intrufolano nelle pieghe appenniniche e scoprono antichi borghi, piazze, botteghe e laboratori artigianali, dove antichi saperi resistono all’omologazione imposta dal mercato unico.