Cosa rende un quartiere come Tor Pignattara diverso da quelle zone cosidette “centrali”? Qual è la linea tra centro e periferia?
Queste sono alcune delle domande attorno a cui ruota la mostra fotografica Fuori Centro. Tor Pignattara nelle fotografie di Natalino Russo, ospitata dalla galleria UP Urban Prospettive Factory (via Ciro da Urbino 51, Roma). 

©Natalino Russo

Curata da Francesca Pagliaro e inserita nel programma “Fuori Festival” del Pigneto Film Festival, la mostra riflette sul concetto di periferia romana. Il fotografo, giornalista e speleologo Natalino Russo (e, tra le altre cose, collaboratore della nostra rivista Itinerari e luoghi), esplora un quartiere di meno di tre chilometri quadrati, quello dove abita, e lo racconta attraverso le immagini.

Emerge il ritratto di un luogo con una forte identità che è tutt’altro che periferia: Tor Pignattara è centro, non solo della città, ma di una bellissima storia. Ecco perché ogni scatto è associato al nome di un posto noto del centro della capitale come Campo de’ Fiori o Piazza Trilussa. Se Villa De Sanctis è la Villa Borghese locale, la festa indù del Ratha Yatra con le donne che ballano trasforma immediatamente ogni angolo del quartiere nella Piazza San Pietro nei giorni di udienza papale.

©Natalino Russo

La mostra Fuori Centro inaugura venerdì 25 settembre (dalle 18 alle 22). In occasione dell’opening, l’associazione culturale Muri Sicuri organizza una visita guidata d’introduzione al quartiere Tor Pignattara.
Per prenotazioni scrivere a murisicuri@gmail.com.