Genova – Il Festival della Scienza dal 24 ottobre al 4 novembre 2019

Dove: Genova
Dal: 24-10-2019
Al: 04-11-2019

Come certamente sapete, la versione cartacea di Itinerari e luoghi propone, ogni mese, una piccola guida all’uso dei binocoli e di altri strumenti di osservazione, per meglio apprezzare quei particolari che fanno parte integrante dei viaggi che vi proponiamo ogni mese: chiese, paesaggi alpini e marittimi, bird watching, eccetera. Una delle aziende leader, Zeiss, da sempre impegnata nella ricerca scientifica, la formazione e l’informazione, ha stretto una partnership con il prestigioso Festival della Scienza, giunto alla 17a edizione, che quest’anno si svolgerà a Genova dal 24 ottobre al 4 novembre 2019.

Quasi 300 eventi, 50 location cittadine e 550 animatori, il Festival della Scienza rappresenta sempre di più un appuntamento imperdibile dedicato a tutti coloro che desiderano entrare in contatto con la scienza in modo innovativo, interattivo, scoprendo cosa si “nasconde” dietro ad ogni scoperta: un’occasione per unire divulgazione scientifica e momenti di incontro per ricercatori, appassionati, scuole e famiglie. Ricerca scientifica, scoperta e informazione sono valori che si sposano appieno con la mission ZEISS, da sempre pioniera nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni tecnologiche all’avanguardia che portino un miglioramento concreto nella vita delle persone.

Oltre alle celebrazioni del 50° anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna, evento che ha visto ZEISS protagonista nello sviluppo dell’obiettivo grandangolare Biogon 5.6/60, l’azienda sarà presente alla manifestazione ligure in diversi modi. Innanzitutto, sarà sponsor della mostra La luna. E poi? (Palazzo Ducale, Loggia degli Abati) all’interno della quale l’azienda esporrà una replica fedele della fotocamera Hasselblad che è andata sulla Luna durante la missione Apollo 11. Il 26 Ottobre, alle ore 11.00, ZEISS parteciperà  con i propri esperti alla conferenza Dritti fino alla Luna!” assieme al primo astronauta italiano, Franco Malerba, protagonista della missione STS-46 del 1992, e a Marco Bibuli, ricercatore CNR e specializzato in sviluppo di tecniche avanzate di guida, controllo e navigazione per sistemi robotici mobili.

In connubio perfetto tra ricerca e sviluppo, ZEISS parlerà del proprio contributo nella trasformazione di un sogno collettivo in realtà: la collaborazione con la NASA, la ricerca delle soluzioni tecnologiche più adatte all’assenza di gravità, le missioni “di prova” precedenti all’Apollo 11, le immagini storiche scattate con obiettivi ZEISS.

Con lo stesso approccio, con la stessa predisposizione ad “andare oltre” che da sempre consente a ZEISS di superare i limiti conosciuti e definire nuovi standard in tutti i settori in cui opera, gli esperti ZEISS lavorano ogni giorno per sviluppare tecnologie all’avanguardia per il benessere visivo delle persone. In perfetta armonia con quello che rappresenta il Festival della Scienza, ZEISS sarà presente per tutta la durata della manifestazione con un corner dedicato all’informazione sulla radiazione solare, i raggi UV e sui loro effetti benefici e non per il nostro corpo e i nostri occhi.

In un’ottica di educazione e sensibilizzazione sull’importanza di proteggere gli occhi dai raggi UV, il corner ZEISS offrirà a tutti i visitatori, grazie a un tool dimostrativo e prove pratiche interattive, la possibilità di saperne di più sui raggi UV e scoprire come una protezione invisibile sia possibile (e necessaria) in ogni giorno dell’anno, anche in autunno o nelle giornate nuvolose.