N° 264 Agosto/Settembre

0
926

Il numero che diamo alle stampe è quello dell’estate. Spazio quindi alla libertà di viaggiare e alla consapevolezza che lo sguardo con cui “guardate” ogni luogo nuovo è lo sguardo del cuore e dell’anima. Perché la conoscenza deve essere prima di tutto crescita personale.

Iniziamo dunque con la meta extraeuropea, una terra magica e incantata. Siamo in Asia, in Bhutan, in uno dei paesi più felici e incontaminati del mondo. Lo scoprirete, leggendo le prossime pagine, viaggiando tra le valli di Paro, Thimphu e Phunaka, attraverso i suoi straordinari templi, i palazzi e i numerosi trekking che si snodano tra i villaggi colorati di tessuti, spezie e mercati. Rientriamo in Europa e vi portiamo in Spagna, alla scoperta delle Asturie. Scoprirete le due anime asturiane, quella legata alla terra, ai luoghi e alle città dove nacque la Reconquista, circondate da spazi selvaggi e bellissimi, come la Riserva della biosfera di Someido e il Parco Nazionale dei Picos de Europa.
Poi c’è un altro lato delle Asturie, quello proiettato sul mare, che oltre alle città di Gijon e Avilés, offre piccoli gioielli come Cudillero, oltre a 200 immense spiagge dal fascino nordico.
Rientrando nel nostro ricco e meraviglioso Belpaese, raggiungiamo il Trentino, alla scoperta della Valsugana: in bilico tra Tirolo e domini della Serenissima Repubblica, Borgo Valsugana è un centro medievale diviso in due dal fiume Brenta; a pochi chilometri si scoprono le opere d’arte nella natura di Arte Sella, l’osservatorio di Celado, i musei e le terme di Roncegno, già apprezzate dai viaggiatori nell’Ottocento.

Scendiamo e puntiamo verso ovest, approdando in Piemonte. Nel 2014 il paesaggio vitivinicolo di langhe, Roero e Monferrato è diventato patrimonio mondiale dell’umanità conquistando così il riconoscimento dell’UNESCO come paesaggio culturale da tutelare e proteggere.

Siamo andati a scoprire la sua bellezza tra chiese, palazzi, vini e specialità culinarie. Il terzo itinerario italiano va alla scoperta di Comacchio e della parte meridionale del Delta del Po, in Emilia-Romagna. Un mosaico di fiumi, valli, canali e lagune, risultato di una millenaria interazione tra natura e uomo. Un luogo complesso e fragile.
Prima di lasciarvi alla lettura vi segnaliamo il battesimo di due nuove rubriche: una dedicata al binocolo, l’altra alle stelle. Il binocolo è un amico fidato del viaggiatore curioso che vuole scoprire (o ri-scoprire) i particolari, anche i più piccoli. A partire da questo numero vi condurremo in un lungo viaggio attraverso l’affascinante mondo di questo strumento ottico utile e versatile. L’altra rubrica vi terrà con il naso all’insù, alla scoperta delle più belle costellazioni della nostra volta celeste. Scoprirete che le stelle non avranno più nessun segreto.
Da ultimo, ma non meno importante: seguiteci sui canali social, Facebook e Instagram. Potrete trovare le novità sul numero in lavorazione da parte della redazione; inoltre, le migliori foto (anche inedite) e le anteprime dei viaggi che
stiamo compiendo per voi.

Su Facebook è inoltre possibile partecipare ai sondaggi per la pubblicazione della copertina, scelta da voi lettori.