Amsterdam e la sua “hit parade” gastronomica

Pancakes, formaggi e aringhe. Ma anche cheesecakes e liquirizie: ecco le imperdibili specialità della capitale olandese dove pure lo street food merita di essere assaggiato

Amsterdam

Di tradizionale la cucina olandese offre carne, patate e verdure. C’è la zuppa di piselli con salsiccia affumicata e pancetta (erwtensoep), quella fatta di patate, fagiolini e fagioli bianchi (humkessoep). E le gustose “bitterballen”, crocchette fritte con ripieno di manzo ricoperte di uova, farina e pangrattato. Una cucina poco elaborata e decisamente ricca di calorie che trae origine anche dal passato coloniale del paese che l’ha messa in contatto con culture e tradizioni gastronomiche differenti. Nei suoi ristoranti si possono infatti trovare piatti a base di specialità provenienti da Indonesia, Suriname e Antille, rielaborate dallo chef secondo i propri gusti.

Passeggiando nei quartieri cittadini, fra splendidi edifici del Secolo d’Oro, canali scintillanti e musei d’arte, è facile imbattersi in locali vecchi di secoli, boutique alimentari e mercati dove assaporare l’Amsterdam più autentica così come quella moderna e di tendenza, che piace ai giovani. Qualsiasi cosa scegliate, comunque, l’importante è consumare il pasto lentamente, ancora meglio se davanti alla luce fioca delle candele. Se siete invece di quelli che prediligono il cibo da strada, la capitale dei Paesi Bassi vi stupirà e non poco: gli olandesi adorano gli spuntini con aringhe, patatine e frittelle dolci oltre che sedersi lungo i corsi d’acqua con un pezzo di Gouda da sbocconcellare.

Se avete in programma un tour in questa città, meta fra le più popolari d’Europa, vi suggeriamo alcuni “must” (per tutti i gusti e tutte le tasche) da non perdere. Ne sarete entusiasti.

Pancakes

Pancakes

Questo accogliente locale si trova nel quartiere Jordaan al civico 38 di Berenstraat. Fate come gli olandesi: sedetevi a uno dei suoi tavoli rivestiti di ceramica blu e addentate un gigantesco pancake. Oltre ai tradizionali, sia dolci che salati, meritano di essere assaggiati quello con prosciutto, cicoria e formaggio, al pollo con curry, al formaggio di capra con spinaci e alle mele con una spolverata di mandorle. A renderli ancora più buoni è la farina di un vicino mulino con cui viene preparata la pastella. Il locale serve pancake gluten free, senza lattosio e vegani.
Prezzi a partire da 7,50€. Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18.
www.pancakesamsterdam.com

MoedersMoeders

Quando 30 anni fa i proprietari aprirono questo ristorante di cucina tradizionale chiesero ai clienti di portare in omaggio fotografie e piatti delle loro mamme. Moeders, che già dal nome evoca le “madri”, propone zuppe della casa, specialità di mare e di carne, stampot (salsiccia affumicata con purè di patate e verdure) e una ricca selezione di rijsttafel (ordinabile per un minimo di 2 persone, 20€ ciascuno) con manzo e cipolla, cavolo rosso, salsa di mele, bacon e altre golosità. Si consiglia la prenotazione. Indirizzo: Rozengracht 251. Orari: lunedì-venerdì dalle 17 alle 24, weekend 12-24 (cucina aperta sino alle 22.30).
www.moeders.com

Café StockCafé Stock

Questa piccola caffetteria al 50H di Damrak, a fianco dell’Hotel The Exchange, è la perfetta location per una colazione gustosa o un brunch: frullati fatti in casa, torta di mele, insalate, panini sfiziosi e pancakes. Con zucchero a velo, nutella, formaggio e prosciutto (a partire da 5,50€). I suoi spazi sono stati progettati da INAMATT, noto studio d’interior design di Pingjum, un centinaio di km a nord di Amsterdam. Le pareti bianche sono decorate da simpatici disegni che ritraggono galli e pennuti. Aperto da lunedì a domenica dalle 7 alle 17.
www. hoteltheexchange.com

Het Oud-HollandschHet Oud-Hollandsch Snoepwinkeltje

Ce ne sono di morbide e gommose, a forma di moneta o di automobile, dolci (zoete) e salate (zoute). All’alloro, al cioccolato, al miele, alla menta o piccanti. Se vi piacciono le liquirizie (gli olandesi le adorano) andate in questo negozio in Egelantiersdwarsstraat 2 e scegliete quelle che preferite: i suoi scaffali traboccano di vecchi vasi da farmacia colmi di queste bontà. All’interno della piccola bottega che profuma d’antico non si possono scattare fotografie ma Mariska, la gentile proprietaria, farà volentieri due chiacchiere con voi. Concedetevi qualche assaggio. Prezzo: da 1,20€ per 100 gr. Aperto dal martedì alla domenica. www.snoepwinkeltje.com

Hollandsche ManegeHollandsche Manege

Al primo piano della più antica scuola d’equitazione della città, ospitata in un edificio in stile neoclassico al 140 di Vondelstraat, si trova un elegante caffè che si raggiunge salendo le vecchie scale in legno. Seduti ai tavoli della balconata esterna (o nella sala interna dai soffitti decorati) si può sorseggiare una birra o una spremuta con un panino al prosciutto e formaggio mentre si osservano gli istruttori insegnare a giovani cavallerizzi ad andare a cavallo. E’ uno dei tesori di Amsterdam. Da 4€ il panino. Tutti i giorni in orario 10-17.
www.dehollandschemanege.nl

La FaloteLa Falote

Filetto di pollo con salsa di mele e basilico fresco, polpette in umido con indivia, fonduta di formaggio. E che dire dell’apple-pie con gelato e panna montata e del pane allo zucchero con zabaione? Se siete dalle parti di Roelof Hartstraat (al civico 26) fermatevi a La Falote, un minuscolo ristorante che offre tipica cucina olandese. I piatti preparati sono eccellenti e l’atmosfera unica. Rimanete sino a quando Peter van der Linden, il proprietario nonché chef, estrae la fisarmonica e inizia a suonare musiche di ogni provenienza. Delizia per il palato e per le orecchie. Aperto dal lunedì al venerdì dalle 13.30 alle 21 e il sabato dalle 14 alle 21. Prezzi da 3,75€ per un antipasto a 22€ per una portata di pesce. Chiuso la domenica.
www.lafalote.nl

ReypenaerReypenaer

Gli amanti del formaggio non perderanno questa boutique gastronomica di kaas al 182 di Singel. Il centenario produttore olandese ne propone di ogni genere, dagli stagionati ai freschi, di capra, con aroma di cioccolato, nocciola, caramello e legno. Potete acquistare il vostro preferito (assieme a tutta una gamma di attrezzi per il suo taglio) oppure partecipare a un cheese tasting, un incontro di un’ora (anche in lingua inglese) in cui si degustano sei formaggi diversi abbinati a un calice di vino o di porto. Il corso si svolge nella sala sotto il negozio. Erik Hendriks saprà consigliarvi su aromi e sapori. Degustazioni a partire da 10€.
www.reypenaer.com

Albert CuypmarktAlbert Cuypmarket

E’ il mercato più grande e vivace di Amsterdam. Siamo nel quartiere De Pijp, in Albert Cuypstraat, dove ci si può concedere uno spuntino scegliendo una delle prelibatezze dello street food. Gustate un broodje haring, panino all’aringa, servito in modo tradizionale con cipolla e cetrioli sottaceto o nella versione tagliata a tocchetti da mangiare con lo stuzzicadenti (da 3€); un frullato di frutta o verdura (1€ il bicchiere piccolo); un gözleme, una sottile sfoglia di pane con formaggio e spinaci, patate e altri ripieni cotta su una superficie di metallo rovente (è una specialità turca – a partire da 3€ al pezzo); un pezzo di formaggio Gouda o Edam da mangiare passeggiando per il mercato come fanno gli olandesi (da 1€). Il mercato si svolge da lunedì a venerdì dalle 10 alle 17.
www.albertcuypmarkt.nl

Arnold CornelisArnold Cornelis

E’ il regno dei golosi. Cheesecake al cioccolato, torte al cumino e al formaggio, cioccolatini con ripieno di noci, dolcetti ai frutti rossi, biscotti al vino di Malaga: sono solo alcune delle specialità preparate da Stefan, il titolare, e dalla mamma. Non potrete uscire da questa pasticceria senza aver assaggiato e acquistato qualcosa di ghiotto avvolto in una delle colorate confezioni regalo. Aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18 (il sabato chiusura anticipata alle 17). Indirizzo: Van Baerlestraat 93.
www.cornelis.nl

FritesFrites o crisps

Cosparse di maionese o di altre salse, le patatine fritte (vlaamse frites) sono uno degli spuntini preferiti dagli olandesi. Se volete quelle da asporto (cartoccio da 300 e 450 gr. e da 1 kg) andate al 41 di Damrak da Mannekenpis, marchio olandese che le produce dal 1991. Aperto dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 24 e il venerdì e sabato sino all’1.45. www. mannekenpis.nl Se le preferite al forno con pesce e carne o in versione vegetariana, andate da Jacketz (al 32 di Nieuwendijk) dove potete scegliere quelle proposte dal menù del ristorante o crearvi la vostra con gli ingredienti a disposizione: una patata da mezzo kg o da 1 kg tagliata a metà e riempita con salmone affumicato aromatizzato alle erbe, insalata di pollo, barbabietole… Con 1€ in più potete chiedere di aggiungere pecorino, formaggio di capra, noci, pesto o hummus. Apertura da domenica a giovedì dalle 12 alle 22, il venerdì e sabato sino alle 23. www.jacketz.nl Van Gogh MuseumCercate le crisps più artistiche? Andate al Van Gogh Museum (Paulus Potterstraat 7) e acquistate a 3€ quelle in vendita nella boutique al pianterreno. Saranno semplici patatine ma di particolare hanno la confezione che ritrae un celebre dipinto di Van Gogh. Quale? Ovvio, “I mangiatori di patate”. Orario al pubblico: sabato-giovedì 10/18, venerdì 10/22.
www. vangoghmuseum.nl

Per approfondire

  • Informazioni utili: I Amsterdam, guida ufficiale della città (www.iamsterdam.com); I Amsterdam City Card, acquistabile nella versione da 24, 48, 72 e 96 ore, che permette l’accesso gratuito a oltre 60 musei e attrazioni, trasporto pubblico illimitato, omaggi e sconti. La si trova negli stores IJ-hall (Stazione Centrale), all’aeroporto Schipol (Arrivi terminal 2) e on-line oltre che in hotel, musei e agenzie turistiche.
  • Come arrivare: KLM (www.klm.it) vola ad Amsterdam da 10 aeroporti italiani a tariffe light con solo bagaglio a mano e acquistabili con almeno 14 giorni di anticipo a partire da 99€ (andata e ritorno).
  • Dove dormire: Hotel The Exchange, al 50 di Damrak, nel cuore di Amsterdam, unica struttura al mondo con camere esclusive e di tendenza che vanno da 1 a 5 stelle (www.hoteltheexchange.com).