Stay on the Safe Side: Skoda promuove la sicurezza stradale

Skoda per i ciclisti

Il 27 aprile prossimo sarà in edicola il nuovo numero di Itinerari (maggio). Assieme alla rivista troverete, in omaggio, lo speciale In Bici, con due proposte di viaggio in Germania (ciclabile del Meno) e in Italia (Penisola Sorrentina). A proposito di biciclette, vogliamo segnalarvi un’iniziativa lodevole di una Casa automobilistica, a favore proprio degli utenti delle due ruote.

Skoda per i ciclisti

Skoda è legata al mondo delle due ruote a pedali fin dalle proprie origini ed è vicina agli appassionati di ciclismo non solo con una gamma di accessori originali dedicati, ma anche con il sito www.welovecycling.com/it, che promuove la passione per lo sport e il tempo libero su due ruote. Nel solco di questa vicinanza, Skoda si fa promotrice della campagna social Stay on the Safe Side che focalizza l’attenzione di ciclisti e automobilisti sui comportamenti virtuosi da mantenere, per migliorare la sicurezza sulle strade di tutti i giorni. Skoda è da sempre legata al mondo delle due ruote. Il brand boemo nacque infatti nel 1895 dalla volontà dei fondatori Laurin e Klement di costruire e commercializzare le migliori biciclette dell’epoca e solo nel 1905 fu decisa la produzione in serie di automobili. Oggi questo legame trova nuovi sbocchi nelle iniziative dedicate ai ciclisti, come il sito www.welovecycling.com/it, che promuove l’attività su due ruote e vuole unire gli appassionati della pedalata, fornendo suggerimenti e consigli utili. Per tutta la propria gamma, inoltre, Skoda offre accessori originali dedicati a chi deve trasportare la propria due ruote, dai classici porta-bici posteriori o da tetto, ai sistemi studiati per organizzare al meglio il vano bagagli dell’auto. A cui si aggiunge un catalogo di biciclette a marchio Skoda – da strada, mountain-bike ed e-bike – che i clienti possono acquistare direttamente in Concessionaria.

Skoda per i ciclisti

Da sempre sensibile alle esigenze dei propri clienti, Skoda si fa ora promotrice di una campagna internazionale per promuovere la sicurezza stradale e la miglior convivenza tra automobilisti e ciclisti. Accomunate dall’hashtag #StayontheSafeSide, le attività di sensibilizzazione troveranno spazio sulle pagine social di Skoda Italia e proporranno una serie di richiami ai comportamenti virtuosi. La campagna rimanda a un video, realizzato con estremo realismo e con il coinvolgimento di stuntman professionisti, che mostra e analizza tanto i più comuni errori nella quotidiana convivenza di biciclette e automobili quanto i possibili esiti, spesso catastrofici, cui alcune distrazioni possono portare, nella consapevolezza che il primo elemento di sicurezza attiva sia proprio il conducente.

Mentre i progressi nella sicurezza delle automobili sono evidenziati dal calo della mortalità grazie alla maggior robustezza intrinseca delle auto e alla diffusione dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS), tra gli utenti della strada più deboli (pedoni, motociclisti, ciclisti, ciclomotoristi) la situazione è diversa. Dai dati ISTAT emerge che la categoria dei ciclisti nel lungo periodo (2001-2017) ha beneficiato meno di altre categorie dei miglioramenti tecnologici e strutturali della mobilità.

Skoda per i ciclisti

Ecco quindi perché Skoda con questa campagna ha voluto proseguire idealmente sul percorso intrapreso da anni nella progettazione delle proprie automobili. Oltre ai più alti rating in sicurezza passiva nei crash-test EuroNCap, Skoda oggi offre la frenata automatica sulla quasi totalità della propria gamma, sui modelli più recenti combinata con il riconoscimento attivo dei pedoni. In molte versioni dell’ammiraglia SUPERB così come nel grande SUV KODIAQ 7-TECH Skoda offre compreso nel prezzo il pacchetto completo dei sistemi ADAS, tra cui radar adattivo ACC, mantenimento della corsia di marcia Lane Assistant, monitoraggio dell’angolo cieco Blind Spot Detect e assistenza in uscita dal parcheggio Rear Traffic Alert con frenata automatica. E il processo di miglioramento continuo non si ferma ai segmenti superiori ma riguarda direttamente anche i nuovi modelli di più ampia diffusione, SCALA e KAMIQ – disponibili in Italia entro pochi mesi – che saranno dotati di serie di frenata automatica con riconoscimento pedoni, radar adattivo ACC, mantenimento della corsia di marcia e sistema di rilevamento della stanchezza del conducente. A cui si aggiungono i dispositivi per la chiamata automatica di emergenza e geo-localizzazione dell’auto, in caso di sinistro.

Skoda per i ciclisti