Franconia: nel regno della birra

In Franconia il mondo della birra è una realtà vivace, fatta di tradizione e innovazione, in cui malto e luppolo vanno a braccetto fra craft-beer e birrifici storici, musei all'avanguardia e feste della birra autentiche ed originali

Brauereigasthof Landwehr-Bräu

“Franconia, patria delle birre” non è un modo di dire, ma un modo di essere: circa 300 birrifici fanno della Franconia la regione con la maggior densità di “opifici di produzione di birre” al mondo, molti dei quali perpetuano le tradizioni artigianali. Birre, al plurale, perché la regione ne vanta un’incredibile varietà: da gustare in estate nelle birrerie all’aperto sopra le cantine scavate nella roccia viva quando ancora non esistevano i frigoriferi, e per il resto dell’anno nelle tradizionali trattorie dove lasciarsi tentare anche da specialità come lo “Schäufele”, la spalla di maiale gustosa e croccante…

Birre superstar

Oltre che per le sue birre eccellenti, la Franconia è conosciuta anche per i suoi pregiati luppoli aromatici. Il cuore dei luppoleti è Spalt, nella regione dei Laghi di Franconia (Fränkisches Seenland) vicino a Norimberga, che vanta il primo sigillo di qualità concesso a una varietà di luppolo (Spalt Spalter, 1538). Straordinario è anche il suo HopfenBierGut-Museum, il museo interattivo con birrificio-laboratorio dove toccare con mano il mondo del luppolo e della birra. Nella Svizzera Francone (Fränkische Schweiz) fra Bamberg, Bayreuth e Norimberga si ha l’imbarazzo della scelta fra i vari tipi di birra. Da visitare anche l’originale Levi-Strauss-Museum di Buttenheim, casa natale del “papà” dei blue jeans, per conoscere la vera storia dei pantaloni più famosi del mondo. Tornando alla birra, nella vicina Bamberg (sito UNESCO) vi sono ben 11 birrifici: non perdetevi la leggendaria Rauchbier, la birra affumicata che nella storica birreria Schlenkerla viene ancora spillata da botti di rovere. Birra per passione e per tradizione anche a Norimberga, dove un dedalo di gallerie medievali funge tuttora da cantina per le spumeggianti specialità locali. Il Bayerisches Brauerei- und Bäckerei Museum di Kulmbach, dedicato al pane e alla birra, svela tutta l’importanza di quello che è considerato “l’oro liquido della Franconia”. A Bayreuth, invece, è il moderno Maisel’s Bier-Erlebnis-Welt con il suo ristorante “Liebesbier” a illustrare la simbiosi di tradizione e tecnologia nella cultura birraria francone. E con l’Opera dei Margravi (sito UNESCO) e il Festival Wagneriano, la città offre anche un panorama musicale d’eccezione.

Auf dem Spezial-Keller

Situata nella parte settentrionale della Baviera, tra Monaco e Francoforte, la Franconia è una regione di eccellenze: oltre alla buona tavola con birre e vini di prestigio, vi sono musei e monumenti di gran pregio e un vivacissimo panorama culturale. Molto spesso chi la visita ha l’impressione di trovarsi in una “Germania in miniatura” per la straordinaria varietà racchiusa sul suo territorio: ognuna delle 16 regioni turistiche della Franconia, infatti, ha un fascino unico e inconfondibile.

In Franconia gli edifici storici si inseriscono quasi ovunque in ambienti naturali di grande bellezza e, non di rado, nel cuore di città grandi e piccole si trovano sfarzosi palazzi e splendide residenze. Castelli medievali, fortezze rinascimentali e sontuosi edifici barocchi sono testimonianze mute ma eloquenti di come i signori di questi luoghi fossero ben consapevoli della grande forza comunicativa degli edifici di rappresentanza.

La Strada dei Castelli

L’itinerario della Strada dei Castelli tocca oltre 70 tra castelli, palazzi e rocche che ora, dopo secoli di storia a dir poco movimentata, narrano le gesta di re, principi, imperatori e masnadieri. Fra le loro mura riecheggiano ancora le parole di poeti e pensatori e le note di antiche romanze. Oggi alcuni sono divenuti hotel e ristoranti di charme che accolgono i “viandanti” dei nostri tempi in antiche camere e storici saloni.