N. 269 Aprile 2019

0
512

Editoriale

Carissimi lettori, nel ricordarvi la nuova veste mensile di Itinerari e luoghi, vi anticipo che il prossimo numero riserva una sorpresa. In allegato, senza sovrapprezzo, troverete lo speciale In bici. L’arrivo della bella stagione e l’allungarsi delle giornate invitano a uscire e a organizzare gite fuori porta in sella alla propria bicicletta. Lo speciale dà spazio a due percorsi molto lontani tra loro, con paesaggi differenti, ma entrambi assai affascinanti: la ciclabile sul Meno, in Germania e la penisola Sorrentina, baciata dal sole, in Campania. Accompagnando il fiume Meno sulla sua ciclabile si scoprono le anime gemelle della Franconia: le due sorgenti del Meno Bianco e del Meno Rosso, i monti Hassberge e le foreste del parco naturale dello Steierwald, la regione di produzione della birra e quella del vino. Il paesaggio cambia, totalmente, se ci si sposta decisamente a sud, in Campania, nella penisola Sorrentina, sulle strade che disegnano il Paradiso in terra. Con la bici alla scoperta della penisola “dalle linee e dai contorni irreprensibili, terra di sobrietà classica, di calcare, di mare azzurro”, così come apparve a Norman Douglas quando viaggiava tra Sorrento e Massa Lubrense.

Non meno affascinanti i percorsi che vi proponiamo in questo numero. Iniziamo dagli itinerari italiani e scopriamo il fascino di Trieste, la città del mare e dei suoi caffè letterari. Vi proponiamo due percorsi per scoprire i suoi luoghi storici in modo originale. Una passeggiata vista mare dai boschi della Strada Napoleonica e un tour dei caffè letterari accompagnati dagli scrittori di oggi, giovani custodi della storia e del prezioso dialetto triestino.

Dal mare che bagna Trieste ai litorali sardi del golfo di Orosei, da Cala Luna a Tiscali, tra canyon e grotte nascoste, villaggi nuragici segreti, vini amati da D’Annunzio e borghi letterari cari a Grazia Deledda, per scoprire la Sardegna che non ti aspetti di Cala Gonone. Dorgali e Oliena. Chiudiamo il triangolo in Italia puntando decisamente a Sud in Calabria, nella valle dei Crati. Grand tour a pedali alla scoperta di una Calabria umile, operosa, geniale. Tra il Pollino, la Sila e l’Appennino Paolano, strade spettacolari, borghi impregnati di “calabresità”, regno di antiche comunità che conservano un profondo senso di ospitalità.

Gli itinerari “fuori dalle mura” propongono l’Austria e l’Africa. Nel primo percorso andremo a Kals, nel Tirolo Orientale, per scoprire le bellezze del parco degli Alti Tauri, del Grossglockner e della Daberklamm, una profonda e selvaggia forra sovrastata da cime alte più di 3.000 metri. Chiudiamo con un percorso tra Marocco, Mauritania e Senegal, una grande avventura tra le diverse anime africane: dal mondo arabo musulmano all’Africa profonda, passando per la storia del colonialismo che ha lasciato tracce indelebili nella memoria del continente nero.

Come sempre, non dimenticate, di seguirci sui canali social, Facebook e Instagram. Potrete trovare le novità sul numero in lavorazione da parte della redazione. Inoltre, vedrete le migliori foto (anche inedite) e le anteprime video dei viaggi che stiamo compiendo per voi. In particolare vi invitiamo, sulla pagina Facebook, a partecipare in modo massiccio al sondaggio e alla votazione per la scelta della copertina da pubblicare.