N°. 267 Febbraio 2019

0
786

Editoriale

Carissimi lettori, conservate gelosamente questo numero perché potremmo definirlo storico.

Itinerari e luoghi, infatti, ritorna ad avere una cadenza mensile (usciva una volta al mese all’inizio degli anni Novanta, quando fu fondato). Dunque, cambia il numero di uscite in edicola, ma non cambia il DNA della rivista, scoprire il mondo oltre i luoghi comuni. Questa è la nostra forza ed è ciò che ci ha sempre distinto dagli altri. Itinerari si arricchirà di nuovi contenuti e di nuove rubriche, due delle quali, la fotografia e i camper, esordiscono proprio a partire da questo numero. Ma non è finita qui perché il nuovo anno si annuncia pieno di sorprese di cui vi parleremo strada facendo: nuove iniziative editoriali per assecondare la vostra sete di conoscenza e il desiderio di scoprire terre vicine e lontane.

Questo fascicolo che vi apprestate a leggere è davvero ricco: a iniziare dai due itinerari che comprendono le due Capitali Europee della Cultura (Matera e Plovdiv, quest’ultima in Bulgaria). Il cuore di pietra di una delle città più antiche del mondo, Matera appunto, abitata da circa dieci millenni, disegna un ponte verso il futuro. Vi aspetta un viaggio tra i Sassi Caveoso e Barisano per scoprire la metamorfosi di una città che da vergogna nazionale è arrivata all’incoronamento Unesco e Capitale Europea della Cultura 2019. Allo stesso modo vale la pena compiere un viaggio in Bulgaria, terra ricchissima di storia e di tradizioni millenarie: un territorio di oltre 110mila km2 che si estende nella regione balcanica; un mix di culture di matrice greca, slava, ottomana e persiana si riflette sul ricco patrimonio di danze, musica, costumi e prodotti di artigianato tradizionali. E all’interno di questo territorio ecco Plovdiv, altra Capitale Europea della Cultura 2019, con un calendario fittissimo di eventi.

Non meno interessanti le altre mete: a iniziare da Ferrara: palazzo Romei e i tesori della cattedrale, il castello Estense e l’antica farmacia, i luoghi di Bassani e la cultura ebraica, l’osteria più antica del mondo e la cella del Tasso. Scopriamo meraviglie e misteri di una città magica, sulle orme di illustri viaggiatori del passato, nei giorni del carnevale rinascimentale.

Se volete farvi incantare dall’atmosfera candida della neve, non perdetevi la regione dei grandi laghi in Finlandia: dalle pitture rupestri alla frittella careliana, dalla cena al Tertii Manor, alla sauna di ghiaccio e al “floating” nelle acque gelate. Un itinerario “bianco” nella Carelia meridionale, tra i mille tentacoli del Lago Saimaa ibernato.

Rimaniamo tra la neve, ma stavolta ritorniamo a casa nostra, in Valfurva: a due passi da Bormio, nella più intima delle valli lombarde, dove ha mosso i primi passi sugli sci Debora Compagnoni, ciaspole e fat bike per scoprire un comprensorio ancora selvaggio e silenzioso, popolato di cervi e caprioli, lontano dal clamore del circo bianco.

Ultimo, ma non meno importante, il mini itinerario in Piemonte: 48 ore sul lago d’Orta e in Valsesia, all’insegna della serenità, alla ricerca di culture antiche e di strade dal fascino particolare.

Non dimenticate di seguirci sui canali social, Facebook e Instagram. Potrete trovare le novità sul numero in lavorazione da parte della redazione. Inoltre, vedrete le migliori foto (anche inedite) e le anteprime video dei viaggi che stiamo compiendo per voi. Su Facebook è anche possibile partecipare ai sondaggi per la pubblicazione della copertina, scelta da voi lettori.