Località: Zante

Zante, la Zacinto cantata da Foscolo, è diventata un’oasi di natura, dove vivono le foche monache e le tartarughe tornano ogni estate a deporre le uova. L’isola ritrova così il suo destino di luogo emozionante di nascita e ritorno. Da cui nessuno parte senza una poetica nostalgia.

L'articolo completo è presente sulla rivista: Itinerari
Numero: 203
Mese: luglio
Anno: 2010
Pagina: 30